Problemi tecnici

Non ho mai capito come mai, passata l'età della scuola dell'obbligo, nessuno si compra più quella meraviglia della medicina che è il Vicks vaporub. Recentemente, qualcuno mi ha detto che ha sentito dire che è stato messo al bando perché contiene degli ingredienti nocivi. In effetti, non sono mai entrata in una farmacia per chiedere se è ancora in commercio, quindi non so che fine abbia fatto.
Se quello originale è dato per scomparso, in compenso, se volete ricreare la stessa sensazione che vi dava quando avevate il raffreddore da bambini, in erboristeria troverete un prodotto analogo, che pare abbia gli stessi effetti. Ed è forse anche più magico.
No, non sono diventata rappresentante farmaceutica. Ma l'altro giorno, appena uscita da una settimana di influenza, sono andata in un'erboristeria per comprarmi un qualche integratore per tirare su le mie indebolite difese immunitarie. E la simpatica proprietaria del negozio, che già altre volte mi aveva dato l'impressione di essere leggermente squilibrata, mi propone, ça va sans dire, una versione bio del caro e vecchio Vicks. Spiegandomi, tutta contenta, con l'occhio impallato della follia, che "è un prodotto incredibile perché puoi spalmarlo anche sull'incavo del piede e dà un sollievo immediato alle vie respiratorie!". Sì, avete letto bene.
Ma questa non è la sola conversazione di tipo assurdo che ho avuto lo scorso weekend. La seconda è avvenuta per telefono, con un tecnico di un negozio di elettronica.
Cerco di spiegarvi brevemente il problema, a causa del quale ho fatto questa telefonata, che ha la mia stampante: ogni volta che mando in stampa qualcosa, il foglio scende tutto storto e si accartoccia dentro i rulli. Il consiglio che mi è stato dato è il seguente:
"capovolgila, e vedi se dentro c'è una matita". Non sono riuscita a dire niente per buoni trenta secondi, perché tutto quello che avevo in mente era "e chi ce l'ha messa lì?", "è come la sorpresa dell'uovo di Pasqua?", oppure forse come certe ciambelle non riescono col buco, certe stampanti riescono con il lapis?
Alla fine, non ho comprato il gel da piedi e, ribaltando la mia stampante, non ho trovato nessuna matita.
Ma forse non ho, semplicemente, abbastanza immaginazione.

Annunci

6 pensieri su “Problemi tecnici

  1. Consiglierei all'erbo-farmacista di non applicare la sostanza miracolosa sotto i piedi. ma in un altro posto un po' più in alto.
    Invece, all'esperto di stampanti bisognava ricordardargli che appunto era una stampante e non un temperamatite tecnologico.
    Ciao

  2. @missFunkberry: la matita nel naso mi ricorda il pennarello in quello di Homer Simpson 😀
    Che bello che sei tornata. mi mancava leggerti.
    @alephh: oddio! Mi rendo conto solo ora che sei di nuovo su splinder, bisogna che mi legga tutti gli arretrati immediatamente!
    @alga: già. Però questi incontri mi hanno regalato delle gran risate 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...