Sì, generalizzare

Girovagavo tra i profili di myspace (che è l'unico social network che mi è rimasto, e mi piace usarlo soprattutto come piattaforma di studi antropologici sul genere umano) e mi sono resa conto che ormai riesco a identificare le persone dalla foto del profilo. La cosa divertente di myspace è che (a differenza di facebook che, a livello di grafica, è standard per tutti gli utenti e, di conseguenza, molto più anonimo) è visivamente più immediato.
Insomma, per farla breve: se sei un coglione, su facebook hai la possibilità di mascherarti meglio (se non altro c'è da fare lo sforzo di leggere la sezione "interessi" prima di capire chi hai di fronte), su myspace non hai molte chance. Anche perché lì la gente dà veramente il peggio di sè, quando si parla di scegliere la foto con cui presentarsi al mondo. Per non parlare dei layout, ma questa è un'altra storia…
Chiariamo subito una cosa: ho capito che la metà degli uomini si iscrive a myspace per rimorchiare. Laddove "ci si fa" facebook per i motivi più disparati, myspace è il ritrovo degli allupati.
I più arrapati di tutti si immortalano mezzi nudi: è abbastanza comune che, entrando nel profilo di uno che si ritrae con i pettorali di fuori, si noteranno una serie di "amiche" con le tette di fuori, o ammiccanti descrizioni delle proprie doti.
Altri piacioni sono quelli che pubblicano primi piani con broncio sexy (eh sì, non ci sono solo le ragazzine che lo fanno).
Gli artisti con le loro chitarre, pianole, violini, viole, cuffie, macchine fotografiche, mixer, pennelli, penne e calamai, anche loro, in fondo in fondo, vogliono rimorchiare.
Come, del resto, i veri o presunti rapper con le dita della mano a formare vari segni di saluto, col cappuccio della felpa ben calato sugli occhi.
Poi ci sono quelli che si fotografano in penombra, di spalle, lontani un chilometro. Oppure usano il loro avatar di South Park, o dei Simpson. O fanno diventare la loro foto una specie di disegno a matita. O, ancora, pubblicano l'immagine di qualsiasi cosa, purchè non sia la loro faccia. Questi, beh, ecco, di solito sono quelli, diciamo… orginali, simpatici, particolari?

Advertisements

15 thoughts on “Sì, generalizzare

  1. Io credo che quasi tutti si iscrivono ai social network per rimorchiare, uomini e donne.Conosco gente che ha rimorchiato anche con Splinder, gente che conoscevo di persona e ha preferito uno stronzo virtuale. (è una ferita che mi porto appresso).

  2. Anche io conosco persone che hanno rimorchiato con splinder.Non c'è niente di male, di per sè, gli stronzi li trovi anche se li incontri al bar.

  3. Mai come in questro nostro secolo, l'apparenza è tutto, o quasi, di noi.Voglio dire, basta contare le decine di mestieri che iniziano con "visua" per capire in che razza di mondo viviamo.Un abbraccio e a presto!

  4. mia cara vai a fare un giro su badoo e vedi quanta tristezza c'è ……..il problema non è rimorchiare dove o come, perchè chi c'è dietro ad uno schermo è pur sempre la stessa persona che puoi incontrare al bar, il problema vero è l' approccio, su badoo c'è lo squallore più assoluto, di mio penso che se e quando uscirò con un ragazzo la prima cosa che farò è farmi dare il suo indirizzo mail e poi andare a vedere se è su badoo e se c'è lo elimino subito………. sono categorica lo so!ciao bella 🙂

  5. Quindi arriveremo a un punto in cui la persona conosciuta dal vivo sarà giudicata in base a come si comporta in rete, e non il contrario.Interessante questa teoria :)Ciao cara!

  6. per carità nn dico questo, la libertà di espressione prima di tutto ma diciamo che se ho la possibilità di scegliere …… bè scelgo e ci sono cose che io approvo e cose che non approvo e mi comporto di conseguenza…….. tutto qui 🙂

  7. Sì, non volevo dare un peso eccessivo al termine "giudicare". Lo intendo in senso neutro. È chiaro che anch'io contatto chi sembra abbia i miei stessi interessi e il mio stesso modo di ragionare, e poi si fa dal prova dal vivo. La novità che ho letto nel tuo commento è la possibilità del procedimento inverso: ci si conosce di persona, e poi si vanno a controllare i social network!

  8. ciao, ho letto il tuo commento sul mio blog a proposito del taboulé e quindi sono venuta a curiosare sul tuo.molto interessante (e molto divertente) questo post sull'immagine online, hai ragione riguardo a myspace :-Dio mi sono iscritta a fb cinque anni fa per ritrovare i miei vecchi compagni di scuola, ma siccome sono un'anima candida ci ho trovato solo dida in inglese e un gran deserto, fino a due anni fa quando, appunto, è arrivato il boom qua da noi. ci rimango, lo tollero ma non lo amo.rimorchiare su splinder… mah.a parte che è una piattaforma molto pop e snobbatissima da quelli di wordpress (che si credono molto più fichi), io ci ho piantato il mio blog un bel po' di anni fa perché era facile e maneggevole, e ci sto bene.devo dire però che, splinder o no, io non ho mai rimorchiato (a parte rifiutare possibili rimorchiate :-D), ma nella blogosfera, in generale, mi sono fatta un sacco di amici, molti dei quali vedo regolarmente.e non è poco :-)baci.p.s.devo pensare al titolo di un film per inglobarti nel mio blogroll, e poi ti linko 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...