Apnea

Una delle mie canzoni preferite dei Beatles è Norvegian Wood, titolo preso a prestito dallo scrittore Murakami Haruki (alla giapponese, cit.) per un libro incredibile regalatomi anni fa da una delle mie migliori amiche. Da allora è iniziata una dipendenza totale dalla sua prosa suggestiva, malinconica e surreale, che ho voluto poi trasmettere ad altri (peraltro con successo).

In uno dei suoi racconti, una volta, ho ritrovato descritto un personaggio, che mi ha spaventosamente ricordato un amico, altrettanto dipendente da Murakami. Ed è stato lui che, qualche giorno fa, mi ha raccontato di questo disco, Apnea, appena nato dalla collaborazione tra l’armonicista Max de Aloe ed il pianista Bill Carrothers, uno studio di alcuni racconti dello scrittore. Dodici brani, tutti originali, tranne una disarticolata Norvegian Wood, e Dear Heart di Henry Mancini. Chi ama Murakami lo ritroverà di sicuro.

A novembre il duo presenterà il disco a Castellanza (VA), il 13, e a Piacenza, il 14. Se non capitate da quelle parti, sempre sabato 14 saranno in diretta su radio 3, alle 17.

Advertisements

One thought on “Apnea

  1. Lore ha detto:

    L’unica volta che fanno qualcosa di serio nei pressi dell’odiata città Natale sono a millemila yards di distanza. Molta rabbia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...