raccogliere tempesta

Quello che è rimasto, togliendo tutti gli orpelli esterni, è solo un grumo di rabbia. Ogni tanto sale su per la gola ed esce dagli argini, incontenibile, straborda. Mi tremano le mani, il cuore batte all’impazzata e mi va il sangue alla testa, alzo la voce, me la prendo con qualcuno (a caso), per qualcosa (a caso). Quando risalgo all’origine, scopro che il punto di partenza era, in realtà, molto lontano da quello di arrivo.
Vorrei estirpare una volta per tutte questo insopportabile dolore che riposa nel fondo. Non riesco ancora a farne una pulizia completa, si riforma ogni volta, celato sotto strati di ottimismo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...